INSHALLAH A BOY. Anteprima al cinema

Scritto da Clelia Bergonzani

29 Febbraio 2024

Sabato 9 marzo alle 21 al Teatro al Parco (Parco Ducale 1) si terrà la proiezione in anteprima di “INSHALLAH A BOY” del regista giordano Amjad Al Rasheed. Saranno presenti il regista e l’attrice protagonista Mounia Hawa.

Candidato all’Oscar per la Giordania, vincitore di numerosi e significativi premi nei festival di tutto il mondo, il film ha già conquistato il pubblico e la stampa internazionali che lo hanno definito “la gemma nascosta del Festival di Cannes 2023”, “un film potentissimo scritto in modo superbo che ti entra sottopelle”, “un ritratto femminile simbolico e sconvolgente che lascia il segno”. La realtà giuridica interna che spinge il film è il fatto che in Giordania la proprietà è un dominio esclusivamente maschile, con numerose restrizioni che impediscono alle donne di avere diritti ereditari.

INSHALLAH A BOY narra la storia di Nawal, una giovane sposa e madre che, rimasta improvvisamente vedova, si ritrova a combattere con la famiglia del defunto marito per l’ eredità che le spetta e per proteggere la propria casa e il destino della sua bambina. Con poco tempo a disposizione per trovare una soluzione, Nawal  deve fronteggiare non soltanto sfide personali ma anche quelle culturali radicate nel suo Paese, arrivando a superare le proprie paure, convinzioni e moralità per mettere in discussione una società dove, avere un figlio maschio, cambia le regole del gioco e sembra essere, per una donna, l’unica tutela. 

Con uno stile avvincente e incalzante, il regista Amjad Al Rasheed debutta sul grande schermo con un film coraggioso e affascinante che riflette sul tema dell’emancipazione femminile a partire dal concetto di proprietà, un diritto considerato dalle leggi della Sharia di dominio esclusivamente maschile e che impedisce alle donne di avere diritti ereditari. 

Avvalendosi della straordinaria interpretazione di Mouna Hawa, impegnata nel ruolo straziante e umanissimo della protagonista Nawal e realizzando una confezione cinematografica di finzione verosimile e avvincente, Amjad Al Rasheed ci consegna un ritratto dell’ Amman contemporanea che contribuisce a consolidare la nuova attenzione e solidarietà globale che sta emergendo verso i diritti delle donne nei regimi patriarcali. 

L’iniziativa è promossa da Satine Film in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti

INGRESSO SENZA PRENOTAZIONE
BIGLIETTI ACQUISTABILI SOLO PRESSO LA BIGLIETTERIA DEL TEATRO 8 € intero 6 € ridotto
5 € a coloro che si presenteranno in cassa con la stampa della newsletter Donne in Corsa del 07/03/2024
INFORMAZIONI 0521 992044

Potrebbe anche interessarti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.